Blog: http://ilsassonellostagno.ilcannocchiale.it

Alle Europee, vota Silvio! Quello giusto: Magliano (NCD-UDC)

Questa volta, per le Europee, vi chiediamo convintamente di votare Silvio. Il riferimento (e il nome che va scritto dopo aver crociato il simbolo di NCD-UDC) è a Magliano. Non certo al Silvio stanco leader di una Forza Italia senza prospettive.
Anche in occasione di queste consultazioni, continuando una tradizione di trasparenza, proponiamo il nostro endorsement. Esponendo – questo è il nostro stile – le ragioni della scelta.

Partiamo dalla scelta della lista. Non è certo quella casa comune degli europopolari italiani di cui vi sarebbe un gran bisogno, forse nemmeno l'embrione di quel Centrodestra Popolare che invochiamo necessario da sempre, ma è l'unico tentativo serio di dare una forma politico-elettorale all'opzione popolare e non populista. A quanti vedano l'Europa come un'opportunità da costruire (anche con le necessarie discontinuità dalla "germanizzazione") più che come un mostro da combattere. La presenza (anche se graficamente minimalista dello Scudocrociato è una suggestione in più).
Chi, come noi, riflette e lavora a un superamento creativo (e valoriale) del berlusconismo, non può che sostenere ogni passo che conduca a questo indispensabile obiettivo.

La scelta per il candidato ha ragioni ideali, generazionali e territoriali.
Ideali. Rappresenta, per storia e metodo di lavoro, la migliore tradizione cattolico-popolare: attento alla famiglia e ai corpi intermedi, saldo sulla difesa dei "principi non negoziabili" e ancorato all'ideale europeista dei Padri Fondatori. Un assertore – perché prima l'ha praticato – del principio di sussidiarietà.
Generazionali. E' un giovane, con un passato e un presente d'impegno nelle autonomie locali. Un giovane non banalmente giovanilista, che non si limita alla virtualità ma coltiva intensi rapporti con realtà sociali e opere. Un giovane che vive, e non solo rappresenta, l'entusiasmo nell'approccio alla politica come servizio.
Territoriali. Il Piemonte non può rimanere (dopo la scelta di concreto rinnovamento di Vito Bonsignore, che ha scelto di non ripresentare la propria candidatura) senza una rappresentanza europea. Il Piemonte, per storia e collocazione geografica, è una "nazione europea". Serve la presenza, nel campo popolare, di un suo rappresentante.

Insomma, per chiudere: domenica 25 maggio, sulla scheda grigia, l'invito è a scegliere NCD-UDC e a scrivere la preferenza Magliano. Questa volta, bisogna votare Silvio. Le ragioni, qualcuna l'abbiamo pure espressa noi, non mancano.

Pubblicato il 21/5/2014 alle 14.24 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web